La Vendita on-line si è trasferita su OkCialde.it - Clicca qui e vieni a Trovarci!

Blue

È un bel nome da ricordare. Cielo, occhi, mare e “It’s All Over Now Baby Blue”. BLUE in realtà è un acronimo che significa “Best Lavazza Ultimate Espresso” ed è la seconda innovazione tecnica e progettuale che Lavazza lancia nel mondo della distribuzione automatica del caffè predosato. La prima del XXI secolo. Un nuovo sistema di cialde autoprotette, nuove macchine con più tecnologie e più prestazioni, nuovi canali distributivi. Lavazza però seleziona, produce e commercializza caffè e non vuole diventare anche un’azienda di piccoli elettrodomestici o di casalinghi. Così nel 2003, per una scelta strategica, viene presa la decisione di cedere l’azienda produttrice di macchine e caffettiere e di avviare una produzione cosiddetta in out
sourcing, cercando di volta in volta i partner industriali idonei allo scopo. La nuova linea di macchine Lavazza BLUE, prende il via nel 2003 e si rivolge a un pubblico più trasversale. È disegnata da Pininfarina e prodotta da Saeco. Si parte come sempre dal caffè: una scelta di 4 miscele per altrettanti sapori, di cui una decaffeinata e una disponibile in cialda bidose che consente l’erogazione di due espressi. Per dare ai clienti un servizio di caffetteria completa la linea è integrata da 14 bevande monodose che offrono thè, tisane, cioccolata e consommé. Poi vi è l’innovazione tecnologica con un nuovo sistema di estrazione del caffè messo a punto da Lavazza che lo rende particolarmente cremoso e gustoso. Quindi c’è la partnership con Saeco, azienda italiana leader mondiale nelle piccole macchine per espresso (nel 2009 acquisita dal colosso Philips). Infine vi è la continuità con la mano progettuale di Pininfarina. Le nuove macchine inoltre, con la loro tecnologia più complessa e performante, si possono distribuire sia nel canale OCS (Office Coffee Service) rivolgendosi agli uffici con più di 15 persone, sia in quei segmenti dell’hotellerie e della ristorazione che servono un numero di caffè significativo, ma non tale da necessitare di grandi macchine espresso in uso nei bar. Senza dimenticare che, con il modello più piccolo della gamma, la LB 1000, si inizia anche a entrare in famiglia e nel consumo domestico. È bene ricordare che il sistema BLUE è una vera innovazione di progetto, che offre modalità d’uso e di servizio tali che i concorrenti sinora non sono riusciti a eguagliare. Infatti (anche se, come anticipato, gli apparecchi per il food service e il vending non rientrano negli obiettivi di questo tascabile) il sistema BLUE è quello che alimenta le macchine automatiche dei luoghi ad alta frequentazione, garantendo sempre l’eccellenza dell’espresso. È la storia vincente e democratica della Coca Cola: dal Presidente della Repubblica all’uomo qualunque tutti hanno accesso allo stesso prodotto di qualità garantita! Questo è possibile perché gli apparecchi per la distribuzione automatica di giorno e di notte, ovunque voi li incontriate, sono alimentati con una cialda sigillata, che mantiene le miscele in atmosfera controllata, preservando perfettamente l’aroma e la freschezza del caffè fino a quando vi scende nel bicchierino! In tante macchine vending invece, dove si usa il caffè in grani, c’è il rischio che il caffè, se non viene consumato in tempi brevi, perda molte delle sue proprietà organolettiche. I valori organolettici e corroboranti del caffè sono garantiti anche dal sistema di erogazione esclusivo di BLUE, dove il passaggio dell’acqua all’interno della cialda consente la perforazione a opera di un filtro a punte. Modulando la pressione nella cialda si crea una preinfusione per ottenere il massimo del gusto e dell’aroma. Così ogni abitante del pianeta Terra (astro senza proprietari, sul quale siamo tutti passeggeri) può estrarre dal totem di tasti, codici e luci il suo fantastico caffè italiano, sempre fresco, sempre bollente! La linea BLUE disegnata da Pininfarina è stata nel tempo pensata e realizzata in 2 modelli base: la LB 1000, proposta in 6 colori, e le più voluminose LB 2000 e LB 2200, disponibili in alcune versioni. Queste ultime sono state rivisitate a livello estetico con l’aggiunta di nuove performance nelle versioni LB 2300, LB 2302. Dal punto di vista del design vi sono alcuni passaggi salienti, come ci ha detto lo stesso Pi Paolo Pininfarina: “Con la 1000 abbiamo esplorato il mondo del CFM (colori, materiali, finiture) verniciando la plastica ABS con una finitura metallizzata e usando 6 tonalità di colore, tra cui l’azzurro della torcia olimpica di Torino 2006, il rosso Ferrari e il rame. Quest’ultimo anche con valenze in linea con i trend delle cucine, al fine di rendere la macchina un elemento di arredo, da inserire più facilmente in casa. La serie ‘2000’ invece ha una carenatura più larga e profonda perché ha un serbatoio da 4 litri che permette di fare 100 e più espressi, ha un cassetto che contiene il doppio di cialde esauste e soprattutto perché ospita un motore più avanzato, con un meccanismo evoluto e complesso. Da qui il particolare intrigante delle prese d’aria laterali. Anche l’interfaccia della 2300 è di nuova concezione, con display e tasti a sfioramento.”

Il tuo indirizzo IP è: 54.198.165.74
Copyright © 2017 MacchinetteLavazza.IT. Powered by Zen Cart